Loading...

lunedì 18 aprile 2011

IL MIO... DOLCE PASQUALE

LE RICETTE DI MORTISIA

PHILADELPHIA
(altrimenti detto cheese cake)

Ingredienti
700gr. di Philadelphia, metà Classico, metà YO, oppure, 500gr ricotta di capra e 200gr yogurth alla fragola.
3 cucchiai di zuchero di canna non raffinato
4 cucchiai di farina per dolci
4 uova battute separatamente, i rossi dai bianchi.
Optional
una puntina di lievito per dolci
un bicchierino di Aurum o Gran Marnier oppure Sambuca: vietati se il dolce va ai minorenni o anziani. A meno che non vi stiano antipatici a tal punto.
Decorazioni
potete decorare con le maschere apposite, spruzzandovi sopra cacao amaro, caffè macinato o cannella, spalmare con ciuffi di marmellata di arance, coprire di fragole oppure ciliege fresche, in alternativa, con fette di pesca o pera sciroppata: ricordando che le pere e le arance, specialmente candite, si sposano divinamente con la cioccolata.
Potete altresì mettere uvetta e/o pinoli, canditi, o meglio ancora uno strato di granella di pistacchi o anacardi: todo depiende dal vostro stato di salute e dal peso che dovreste avere o mantenere.
Orbene: versate il tutto in una ciotola adatta per usare il mixer a immersione e rendete il composto una crema consistente. Per agevolare il lavoro delle lame versate nella ciotola i rossi sbattuti e quindi le chiare leggermente montate.
Infornate in uno stampo di silicone che vi ridarà la torta compatta e non a brandelli di sorcio sotto la ruota di un carro, a 160° per 40 minuti.
Se proprio volete fare penitenza fustigando i vostri desideri della carne...anzi, del dolce, potete decorare semplicemente con degli scarabocchi di caramello già pronto, quello in vendita nelle bottiglie di plastica,e, invece, se proprio siete impenitenti, sfrenatevi con lo sciroppo di amarena: anche quello della stessa casa produttrice.
Si può gustare tale mortalmente squisito dessert sia tiepido che caldo ed è adatto specialmente per l'estate. Si conserva egregiamente vari giorni in frigo, ben protetto dalle influenze di altri cibi, ovviamente. Se non avete un avvoltoio sulla spalla, potete accompagnarlo con un Marsalino o del Porto. La Strega la sconsiglio ai mie ospiti in quanto basta quella che glielo ha preparato, al punto che, se così non fosse mi riterrei diabolicamente oltraggiata.
Per i ghiottoni veri buongustai...amanti del sapido, anticipo che esiste una versione salata di suddetta torta. Ma questa è un'altra storia. Alla prochaine, dunque, miei cari..

PS: gli adornos floreali non sono commestibili e si prega di non ingurgitarli nemmeno per errore a causa delle condizioni di luce, lume di candele rigorosamente nere, indicate come atmosfera richiede.


Nessun commento: